Guida Sicura - A.S.D. Motoclub Le Dune

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Guida Sicura

Info Utili

Come comportarci sulla strada quando si esce in gruppo

COME CONDIVIDERE SERENAMENTE I NOSTRI VIAGGI ...


Anche se avete cavalcato motociclette per decenni viaggiare in un gruppo di moto richiede delle esperienze speciali e parecchia disciplina.

E’ anche vero che questa abilità è facilmente acquisibile se insegnata.

Per viaggiare in sicurezza in un gruppo di moto, indipendentemente dalla distanza, ogni motociclista deve abbandonare temporaneamente alcune di quelle libertà personali ed assumere qualche responsabilità sia per sé che per il gruppo.

Tenete bene a mente che atteggiarsi altrimenti può causare grande rischio ed inutile pericolo e che il viaggiare con il gruppo è una scelta volontaria alla quale nessuno vi obbliga.

La conoscenza dei termini e delle tecniche di guida in gruppo aiuteranno a percorrere un percorso con una grande quantità di motociclette in assoluta sicurezza.

Un “run” veramente grande può essere un’esperienza indimenticabile sia per il motociclista che per il passeggero.

Quello che segue è un “manuale introduttivo” estremamente semplice finalizzato a mantenere per ognuno il “Maximum Fun Level” ovvero il massimo livello di divertimento e questo deve avvenire in massima sicurezza!

Definizioni

A seguito alcune delle definizioni più importanti che molti di voi danno per scontato e che altri magari non hanno il coraggio di chiedere.

Head Road Captain (HRC): è la guida del run, colui che pianifica il percorso in ogni minimo dettaglio, effettua le prove con i Road Captain, determina il tempo del run e verifica le condizioni di viabilità. L’HRC si posiziona nella parte anteriore del gruppo di moto, controlla il passo e pianifica le soste e i rifornimenti di carburante.

Road Captain (RC): sono coloro che aiutano l’HRC a svolgere in perfetta sincronia le attività per un viaggio in completa sicurezza, sorvegliando la lunga fila di moto ed assicurando il continuo flusso, la velocità omogenea e le corrette posizioni dei partecipanti al run.

Sweep Rider (scopa): è colui che rimane in coda al gruppo.

La scopa si assicura che nessuno si fermi durante il viaggio e prova a mantenere la compattezza del gruppo.
In questo modo il gruppo rimarrà in mezzo alle due figure importanti durante il run: l’HRC e la scopa.
Nel caso qualcuno decidesse di lasciare il gruppo dovrà segnalarlo alla scopa con un segno OK.
Gli RC assistono nell’attraversamento degli incroci e rotatorie del gruppo in maniera sicura, veloce ed efficiente.

Il viaggio in gruppo presuppone il rispetto e l’accettazione di alcune semplici regole.

1)  
Efficienza del proprio mezzo
E’ fondamentale che prima di intraprendere un viaggio ognuno sia consapevole della perfetta efficienza del mezzo. Pneumatici, freni, fari, stop, catena, bagagli e tutto ciò che riguarda la sicurezza propria e dei compagni di viaggio (in moto praticamente tutto !!!) deve essere perfetto. Attenzione anche alla validità dei documenti, patente, libretto, assicurazione. Anche l’abbigliamento adeguato è necessario (non dimenticarsi mai la tuta da acqua).

2)  
Presentarsi alla partenza puntuali, con il pieno e con i riferimenti del tragitto
Rispetto degli altri significa anche essere puntuali ai punti di aggregazione stabiliti. Ogni itinerario è pubblicato con un anticipo dai 2 mesi ai 15 giorni prima, sia come Mappa geografica che come elenco di località attraversate. Questo per consentire a tutti eventuali fermate o ricongiungimenti.

3)  
Mantenere la velocità nel rispetto del codice della strada
Come norma, è il più lento a fare l’andatura. Fare l’andatura non significa stare in testa al gruppo. Una volta avvisati i partecipanti del proprio stile di guida saranno gli altri più esperti ad adattarsi.

4)  
Apripista
E’ normalmente il più pratico della zona attraversata. Il sorpasso all’apripista non dovrebbe mai essere fatto salvo casi di emergenza. L’apripista non devierà dalla strada stabilita dall’itinerario.

5)  
L’ultimo del gruppo
Normalmente una persona di esperienza. Meglio se con qualche nozione tecnica ..per prestare un minimo di aiuto a coloro che eventualmente si trovassero in difficoltà.

6)  
Prestare sempre attenzione al nostro compagno che segue
Se non lo vedeste arrivare è probabile abbia qualche problema ! Rallentate moderatamente in modo da farvi notare da chi vi precede, quindi fermatevi e aspettate un pochino.

7)  
E’ indispensabile mantenere sempre la distanza di sicurezza
... a meno che non vogliate rischiare un 'accartocciamento generale' in caso di pericoli improvvisi....

8)  
Sono assolutamente vietati comportamenti “competitivi”
e tutto quello che può provocare pericolo per se e per gli altri. Ricordate che siamo in gita di pacere: per andare forte, impennare, derapare, saltare, e fare i funamboli ci sono altri luoghi molto più adatti.

9)  
Sono assolutamente vietati sorpassi in curva anche nella stessa carreggiata

10)  
Quando uno si ferma, TUTTI si fermano
Salvo eccezioni contestuali o concordate in precedenza.



Segnali convenzionali


Partenza

L'Head Road Captain che è in testa al gruppo con la mano Dx o SX muove il dito indice in maniera circolare

Girare a destra

Alza la mano sinistra e indica l'uscita (non si usa la mano dx per non togliere la mano dal gas)

Girare a sinistra

Alza la mano Sx orizzontalmente con il gomito completamente esteso

Pericolo a destra

Estendi la gamba dx a 45° di inclinazione in modo da indicare il pericolo o terreno sconnesso

 

Stop

Stendere il braccio sx a 45° con il palmo della mano rivolto verso la parte posteriore della moto

Disporsi in fila indiana

Posizionare la mano sx sopra il casco con le dita estese verso l’alto. Questo indica la disposizione in fila unica per ragioni di sicurezza o strada stretta

Accelerare l'andatura

Alza e abbassa il braccio sx con l’indice alzato. Questo indica che il HRC vuole aumentare la velocità di marcia

Decelerare l'andatura

Stendere il braccio sx a 45° e muovere la mano su e giù ad indicazione di un rallentamento di marcia

 
 

 

Formazione alternata

Stendere il braccio sx a 45° usa due dita . Questo indica che bisogna tornare alla formazione alternata

Compattare il gruppo

Alzare il braccio sx con pugno chiuso muovendolo ripetutamente su e giù. Questo indica che il gruppo deve compattarsi


 

FERMARSI IN GRUPPO AGLI INCROCI


Quando il gruppo si ferma ad intersezione, si passa dalla formazione intervallata ad una formazione accoppiata”.
Questo riduce la lunghezza del gruppo di metà. Stai in questa formazione fino al passaggio dell’intersezione perché il gruppo in metà lunghezza passa in metà tempo.
Se non ce la fai a passare l’intersezione con il gruppo, non preoccuparti.
Non passare con il rosso. Il leader del gruppo ti aspetterà poco più avanti rallentando la marcia del gruppo stesso.

GUIDA ALTERNATA


La guida alternata viene consigliata per una maggiore sicurezza. Il minimo raccomandato per la spaziatura dalla motocicletta che precede (stessa linea) non dovrebbe essere inferiore ai due secondi.
La motocicletta alternata che vi precede, non dovrebbe essere a meno di un secondo in avanti. Troverete che due secondi sono una distanza lunga quando si corre in una strada pubblica va a tutta velocità, ma due secondi sono anche il tempo stimato di reazione utile per cavarvi da probabili guai.
La guida alternata con la spaziatura di un secondo impedisce l’inserimento di auto nel gruppo. La prima e l’ultima motocicletta dovrebbero stare vicini al centro strada.

SORPASSARE IN UNA STRADA A DUE CORSIE


Di solito è molto difficile per un gruppo passare una macchina in una strada a due corsie.
Effettuare il sorpasso uno alla volta e comunque dopo che chi Vi precede lo avrà ultimato.
Accertarsi che nella opposta corsia non vi siano ostacoli o pericoli.
A sorpasso eseguito, rallentare la velocità di marcia per dare a tutti la possibilità di unirsi al gruppo senza correre.

IN AUTOSTRADA PASSAGIO ALLA CORSIA
VELOCE E DI SORPASSO


Per un gruppo, può essere difficile passare una macchina lenta su una strada con due o più corsie nella stessa direzione di marcia. Questo è particolarmente vero con moderato traffico.
Spesso non c’è abbastanza spazio per il gruppo intero tra macchine nella corsia più veloce. La cosa migliore è che la motocicletta ultima esca per prima nella corsia di sorpasso e tenga la sua posizione.
A seguire tutti escono e occupano la corsia veloce.
Solo dopo che anche l’ultimo avrà effettuato il sorpasso la corsia verrà liberata.

IN AUTOSTRADA PASSAGGIO DALLA CORSIA

VELOCE A QUELLA PIU' LENTA


Nel rientro dalla corsia veloce a quella lenta, il primo motociclista sarà il primo a compire la manovra.
Via, via, tutti gli altri seguono nel rientro andando a ricomporre la formazione alternata.
L’ultimo del gruppo chiude questa delicata fase.
Si suggeriscono tempi rapidi per ottenere il rispetto degli automobilisti.

PARCHEGGIARE IN GRUPPO


Parcheggiare in modo ordinato riduce i tempi per uscire tutti dalla strada e dal traffico.
Un buon sistema di parcheggio, se c’è sufficiente spazio, è sistemare le moto in retromarcia una di seguito all’altra parallelamente come puoi vedere nell’immagine a destra.
Questo metodo è molto veloce perché non serve aspettare, proprio per la continuità d’esecuzione dell’azione parcheggio.
Se sei alla fine di un gruppo consistente e non puoi stare nel traffico bloccandolo, fai un giro attorno all’isolato e ritorna per parcheggiare in tranquillità.






Bene , adesso caro socio e biker hai qualche nozione in più per poter andare in giro con la tua motocicletta in perfetta sicurezza. Si, perché la sicurezza è la prima cosa importante per divertirsi, tutti devono partire per i “run” e tutti devono tornare con la massima soddisfazione.

Ed ora non ci resta che accendere i motori e partire!!!

BUON VIAGGIO!!!

Torna ai contenuti | Torna al menu